Vuoi aprire un negozio in Franchising conto vendita?
Vuoi creare un attività tutta tua? Allora sei capitato nel posto giusto!

Franchising conto vendita kikiamo

Franchising conto vendita kikiamo

Apri un negozio in franchising conto vendita Kikiamo! Franchising Manager e’ il portale dei professionisti retail attraverso il quale offiramo consulenza a tutti i potenziali affiliati alla ricerca di vere opportunita’ di business. La selezione di progetti ritenuti tra i piu’ vantaggiosi in termini di marginalita’, innovazione e fattibilita’ vengono proposti in modo chiaro e sistemico. Il portale diventa crocevia di informazione tra operatori che operano sul territorio e azienda. La metodologia di presentazione e gestione del contatto e’ curata dalla Promo Retail Group.

Alcuni dei nostri progetti usano la formula del conto vendita. E’ una formula sicura di investimento, clicca qui per maggiorni dettagli!

Il Franchising Conto Vendita
Nei franchising di successo, la formula del franchising conto vendita sembra ormai ben consolidata.
Gran parte dei progetti evidenziati su www.franchisingmanager.it presentano questa caratteristica.

Il commercio tradizionale….
Oggi i commercianti tradizionali anche se acquistano con ricarichi del 140% devono fare il conto con la contrazione dei consumi. In un anno di attività commerciale quasi sempre il 50% delle vendite si concentra in periodi normali, il 50% in periodi di saldi. Il ricarico complessivamente si dimezza, se consideriamo le rimanenze fisiologiche di almeno un 10% ecco che il margine complessivo in genere si assesta intorno ad una percentuale che va dal 30 al 40% con scarsa soddisfazione per il commerciante, con grossi rischi anche se si sbaglia l’acquisto di una collezione piuttosto che un’altra….

Allora ecco che la formula del franchising conto vendita viene in aiuto.

“L’investimento del commerciante si sposta sul contenitore punto vendita permettendo un ammodernamento dell’attività e non più sul prodotto”

Come funziona?
Il franchisor un produttore specializzato concede la propria merce con esclusiva di zona con un ricarico del 100% senza rischio rimanenze.
La formula del franchising conto vendita o del contratto estimatorio consiste nella merce data dal franchisor al franchisee per la vendita, quello che rimane torna al proprietario, che rimane il franchisor. Il ricavato viene dato alla casa madre e l’affiliato sul venduto ha la percentuale pattuita nel contratto.

Ecco un esempio di funzionamento del franchising conto vendita:

In genere una giusta percentuale per una giusta partnership si attesta sul 50% del prezzo di vendita.

Si fanno le vendite dal lunedì al sabato si vende ad esempio 1.000 euro al giorno per 6 giorni lavorativi, l’affiliato incassa 6.000 euro il lunedì successivo fa il bonifico al franchisor della metà 3.000 euro e riassortisce l’equivalente a valore di merce.

Le aziende che usano questo sistema possono essere diverse, possono essere marchi che vendono oggetti piccoli con un vasto assortimento, oppure all’opposto proprio coloro che hanno articoli pregiati ma voluminosi. Negli ultimi anni il franchising  conto vendita si è ben affermato nel settore abbigliamento, accessori, gioielli, dove il riassortimento del locale avviene settimanalmente.

Ma quali sono i pro e i contro del franchising conto vendita e per chi?

A una prima occhiata sembra essere a vantaggio del franchisee che non si deve preoccupare di gestire rimanenze od altro.

Però ci sono vantaggi anche per i franchisor. Ad esempio questa formula è ottima per chi si vuole espandere all’estero o comunque ampliare la propria fetta di mercato, o lanciare un nuovo articolo. Inoltre a volte il franchisor la utilizza per finanziare il franchisee che non sempre trova riscontri positivi dagli istituti bancari per finanziamenti o altro. Può inoltre essere molto più vantaggioso a lungo termine di royalties o canoni che sono a scadenza o periodici.

Per il franchisee, inoltre alla spensieratezza, è quella di abbassare i costi del locale, grazie ad avere solo un piccolo magazzino e un continuo ricambio di merce da proporre in vetrina.

Questo sistema dipende molto dalla capacità di vendita del franchisee, che se ha queste caratteristiche può essere molto vantaggioso. I contro invece si presentano sotto forma di costo di spedizione, se non è direttamente la casa madre che ritira la merce. Inoltre la tipologia di merce e il momento dei saldi è comunque stabilito dal franchisor e quindi può rivelarsi limitante per coloro che hanno più uno spirito manageriale e invece essere una sicurezza per coloro che sono alla prima esperienza

Sempre più persone desiderano crescere e mettersi in proprio con il franchising conto vendita il sistema distributivo dell’economia moderna che mostra sempre segnali positivi anche nella crisi. Gli indicatori del franchising sono in crescita maggior numero di franchi sor nell’ultimo anno, aumento del fatturato complessivo diretto e dell’indotto, aumento del numero degli addetti, aumento del numero dei negozi in franchising conto vendita rispetto ai negozi tradizionali.
Il franchising è regolamentato Legge 6 maggio 2004, n. 129.che sancisce l’indipendenza giuridica dei 2 imprenditori il franchi sor e il franchisee. Il franchisor concede al franchisee dietro pagamento di un corrispettivo di utilizzare i diritti di proprietà intellettuali il marchio, le insegne i modelli di utilità il Know ho ossia le conoscenze e le tecniche distributive, il franchi sor fornisce una serie di consulenze per distribuire sul territorio prodotti e servizi.

Tra gli elementi fondamentali di tale rapporto e contratto ci sono:

 

  • il Know How ossia le conoscenze specifiche del franchi sor che costituiscono il patrimonio
  • il diritto di ingresso che è una cifra fissa che l’affiliato versa al momento della stipula del contratto di franchising
  • le royalties che sono una percentuale del giro di affari o una quota fissa da corrispondere periodicamente all’affiliante.

La forma e il contenuto del contratto di franchising conto vendita devono essere necessariamente in forma scritta e in particolare vanno ben definiti l’ammontare degli investimenti iniziali, e le eventuali spese d’ingresso; vanno ben definite le modalità di pagamento delle royalties. Va ben specificato l’ambito di applicazione territoriale e la durata che non deve mai essere inferiore ai 3 anni

Il franchising conto vendita nel nuovo millennio ha aggiunto rispetto al classico commercio tra franchi sor (azienda affiliante) e franchisee (azienda affiliata) alcuni elementi in più oltre ai prodotti ed ai servizi in senso stretto sono sempre più le aziende franchising che affiancano i moderni sistemi di ecommerce e dropshipping affiancati al classico lavoro degli affiliati.
Molti ci scrivono e ci chiedono sempre più consigli sulle caratteristiche che bisogna avere per aprire un negozio in franchising conto vendita.